Come risparmiare sui costi dell’auto

L’automobile è uno strumento di cui non si riesce a fare a meno. Spesso non è pensabile averne una sola in famiglia: gli impegni di lavoro che ci portano in direzioni opposte in orari diversi, i figli da accompagnare a scuola o alle attività sportive, gli appuntamenti, la spesa da fare, i mezzi di trasporto spesso inefficienti, sono tutti elementi che ci impediscono di eliminare l’auto dalla nostra vita. Ma, se avere l’automobile è indispensabile, mantenerla e farla viaggiare ha un costo. Basta pensare alla manutenzione, al carburante, all’assicurazione, ai pedaggi e ai parcheggi. Eppure, esistono dei modi per risparmiare sui costi dell’auto, molti ancora poco conosciuti e praticati, ma che hanno una loro efficacia.

Pensiamo ad esempio al car sharing. Si tratta di una soluzione per cui l’auto viene condivisa – per percorrere determinati tragitti – da due o più persone. In questo modo, si dimezzano i costi di usura dell’auto, nonché il carburante, i pedaggi, gli eventuali costi di parcheggio. Da soluzione informale, organizzata magari da un gruppo di colleghi, ci sono adesso molte compagnie e siti web che hanno come mission quella di mettere in contatto persone che in un determinato giorno e in un determinato orario devono fare un certo tragitto. Ma ci sono anche compagnie che offrono un parco auto, per cui si può evitare di avere un’auto propria: si usano le auto della compagnia, dietro pagamento di un corrispettivo. Si tratta di una soluzione sempre più praticata e utile, che registra, giustamente, un trend in crescita.

Ma, se il car sharing non dovesse essere praticabile per le nostre esigenze, c’è sempre la possibilità di risparmiare sull’assicurazione. Ad esempio, se utilizziamo l’automobile soltanto in alcuni periodi dell’anno, o se percorriamo pochi chilometri, è possibile ricorrere alle assicurazioni temporanee, o a quelle chilometriche. Le prime coprono per periodi predeterminati, per cui si può evitare di pagare un premio annuale se magari usiamo l’auto soltanto per sei mesi l’anno perché, ad esempio, nella bella stagione siamo soliti muoversi con lo scooter o in bicicletta. Le polizze chilometriche invece, permettono di pagare un premio più basso a coloro che percorrono un basso numero di chilometri durante l’anno.

Infine, è utile adottare piccoli accorgimenti per consumare meno carburante: spengere l’auto se si è irrimediabilmente bloccati nel traffico, adottare uno stile di guida tranquillo, senza continui cambiamenti di marcia, mantenere una adeguata pressione delle gomme, sono piccole attenzioni che ci aiuteranno a risparmiare un po’.